Mostra a Conselve, 15 – 29 ottobre 2018

Dal 15 al 29 ottobre 2018 nella Sala Vita Nova – Piazza Dante – Conselve è esposta la mostra didattica “Le Madri e i Padri Fondatori dell’Unione europea”, che fonde due percorsi espositivi: quello dei Padri fondatori su documentazione ufficiale della Commissione Europea (realizzata dal Centro Europe Direct del Comune di Venezia) e quella delle Madri fondatrici dell’Europa.

Orari di visita (ingresso libero al pubblico): dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.00.
https://www.comune.venezia.it/it/content/mostra-madri-e-padri-fondatori-dellunione-europea-2018-conselve-pd

 

Annunci

Molfetta, 12 ottobre 2018

In occasione dell’incontro con la professoressa Antonella Braga su Ada ed Ernesto Rossi – del 12 ottobre 2018 nella città di Molfetta – viene riproposta la mostra delle Madri Fondatrici dell’Europa. E’ stato possibile realizzare l’evento grazie all’interesse dell’Istituto Salvemini di Molfetta con il sostegno della Consulta femminile del Comune di Molfetta, il Comune di Molfetta e la Rete delle Scuole Superiori di Molfetta.

Giovani e scelte di vita, 20-23 settembre 2018

Il 21 settembre 2018, all’interno del più ampio Congresso “Giovani e scelte di vita: prospettive educative” organizzato presso l’Università Pontificia Salesiana di Roma ho tenuto un discorso sui “Giovani e l’Europa”.

I giovani e l’Europa è un titolo che potrebbe apparire troppo ambizioso ma che è stato scelto per il suo tono altamente evocatico e per il suo diretto rimando ai giorni nostri. In particolare la relazione si è soffermata (e non sarebbe potuto essere altrimenti, essendo il tema alquanto vasto) sulla storia delle politiche formative ed educative poste in essere dalle istituzioni comunitarie a partire dalla firma dei Trattati  di Roma.

Gli atti del convegno saranno pubblicati in un apposito volume. Per maggiori informazioni sul  Congresso si veda: https://www.giovaniesceltedivita.org/programma-2/

i giovani e l'Europa, 20 23 settembre 2018

Programma-DEFINITIVO-Congresso-UPS-Auxilium-20-23-settembre-2018-1

Mostra Fano, 23 settembre – 15 ottobre 2018

Dal 23 settembre al 15 ottobre 2018, la mostra è esposta presso la Mediateca Montanari di Fano. L’ evento che si pone in apertura di un “Ciclo di incontri sull’Europa” in partenza il 28 settembre (qui maggiori informazioni ) è stato organizzato grazie all’interessamento della Dottoressa Mariantonia Sciarrillo e del Dottor Marco Zecchinelli (curatore del “Ciclo di incontri sull’Europa” organizzato presso la Mediateca Montanari anche quest’anno a partire dal 28 settembre).

Hanno patrocinato e sostenuto l’iniziativa la Commissione Parità della Regione Marche, il Comune di Fano, il Movimento Federalista Europeo, la Biblioteca Federiciana e la Mediateca Montanari. All’evento ha partecipato anche l’assessore Samuele Mascarin.

Locandina evento

Maggiori informazioni su:
https://www.comune.fano.pu.it/index.php?id=79&tx_ttnews%5Btt_news%5D=8795&cHash=dc714adc25fac0440bb3446ca660bc29
http://www.sistemabibliotecariofano.it/elenco/eventi/visualizza-eventi/sici-events/2018-09-23/item/le-madri-fondatrici-delleuropa/

Premio Altiero Spinelli. Le Madri Fondatrici dell’Europa

Il Progetto “Le Madri Fondatrici dell’Europa” ha ricevuto il Premio Altiero Spinelli della Commissione Europea (secondo premio). Premio ideato dall’on. Luigi Morgano e, in seguito, sostenuto dalla Commissione Europea.  La cerimonia si è tenuta, il 20 giugno 2018, in un luogo che certamente non poteva essere più rappresentativo: la Casa della Storia Europea inaugurata, dopo circa dieci anni di lavoro, lo scorso maggio a Bruxelles. I premiati sono stati 22 divisi in tre categorie: 6 primi premi, 6 secondi premi, 10 terzi premi

35346982_1521453231296306_4342873339744747520_n

Il riconoscimento ha tenuto conto di una serie di attività promosse dalla candidata:

  • La ricerca vera e propria iniziata tra il 2014 e il 2015 a cui ha fatto seguito una ricerca dottorale (Dottorato di Ricerca in Storia D’Europa, Università La Sapienza)
  • La pubblicazione di alcuni libri e articoli sul tema (come il libro intervista a Sofia Corradi nota come “Mamma Erasmus” nel maggio del 2016 e il libro “Europa. Brevi ritratti di madri fondatrici” pubblicato nel gennaio del 2017)
  • La realizzazione, grazie ad un finanziamento di 1000 euro della Sapienza Università di Roma di una mostra in italiano e in inglese (con ritratti di Giulia Del Vecchio), l’organizzazione di una conferenza inaugurale (tenutasi alla Sapienza il 17 febbraio 2017) e la pubblicazione del libro “Le Madri Fondatrici dell’Europa” dedicato nella sua prima parte alla raccolta degli interventi della conferenza e nella seconda ad ulteriori approfondimenti ed articoli.
  • Tuttavia il riconoscimento principale è legato, molto probabilmente, all’impatto del progetto. In particolare dal 2017 il progetto/mostra è stato presentato in Italia (da nord a sud) e in Europa raggiungendo circa 30.000 persone dal vivo (senza considerare le visualizzazioni del sito e la diffusione tramite social media). La stessa mostra è stata ristampata 4 volte: dall’Istituto Artemisia Gentileschi di Milano, dall’Istituto Vittorio Emanuele di Bergamo, dal Centro Europe Direct di Venezia e dalla prof.ssa Maria Antonia Scarrillo.
  • L’effetto principale del progetto è stato soprattutto il suo “effetto moltiplicatore”. Iniziative a riguardo sono state riproposte anche da enti, docenti ed istituzioni nazionali ed europee. Questo a riprova del grande interesse destato. Tra le iniziative che hanno beneficiato dell’effetto moltiplicatore e che evidenziano la sensibilità delle istituzioni verso la tematica proposta e che valorizzano ancora più il progetto: la pubblicazione di un libro nel marzo del 2017 (a seguito della conferenza sulle Madri Fondatrici e alla presentazione del libro “Europa: brevi ritratti delle Madri Fondatrici) intitolato “Le donne che hanno fatto l’Europa” (il libro è stato pubblicato dal Senato nel marzo 2017), alcuni video realizzati dal Parlamento Europeo incentrati sul racconto delle storie di alcune protagoniste al femminile del processo di integrazione europea, varie conferenze realizzate a livello italiano ed europeo.
  • La promotrice oltre al Premio Spinelli ha inoltre già ricevuto alcuni importanti riconoscimenti per l’iniziativa promossa come: il Premio Lazio Creativo della Regione Lazio (2017), la Grant Mobility Carlo V dedicata a Sofia Corradi della Fondazione Accademia Europea e Iberoamericana di Yuste (2017, progetto di ricerca su Simone Veil e Sofia Corradi) ed anche la possibilità di condividere l’idea durante lo State of Europe Speech di Berlino, il 9 novembre 2017, tenendo un discorso dopo l’intervento del Presidente del Parlamento Europeo) e durante la Conferenza Annuale di A Soul for Europe (2017)

Altiero_Spinelli_Prize-47.jpg

La vincitrice premiata da Themis Christophidou (Director-General for Education, Youth, Sport and Culture, European Commission). Foto scattata dalla fotografa ufficiale.

bdr
La vincitrice dona i libri sulle Madri Fondatrici alla biblioteca della Casa della Storia Europea a Bruxelles (20 giugno 2018) 

IMG-20180620-WA0047

La vincitrice omaggiata dall’ideatrice delle Cattedre Jean Monnet (J. Lastenouse) e M. Ramos Martinez (Fondazione Accademia Europea e Iberoamericana di Yuste)

Qui una serie di brevi interviste che ripercorrono la storia del progetto:

Radio Luna, di Licia Pastore, 28/05/2018
https://www.radioluna.it/news/2018/05/le-madri-fondatrici-delleuropa/
Studio Europa, 23/06/2018
https://ec.europa.eu/italy/news/radio/22minuti_20180622_it
Radio 1, Manuale d’Europa, 04/03/2017
http://www.radio1.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-0b3baa03-7d4e-49df-8a47-f9264fa35989.html
Radio 24, L’altra Europa, 04/03/2017
http://www.radio24.ilsole24ore.com/programma/altra-europa/trasmissione-marzo-2017-130209-gSLADMLxEC
Intervista con Maria Pia Di Nonno, Filippo Sansa, Radio Sapienza, 17/02/2017
http://www.radiosapienza.net/2015/wp-content/uploads/2017/02/Pia-Di-Nonno.m4a
Intervista con Maria Pia Di Nonno, Andrea Pranovi, Radio Roma Capitale, 4/2/2017
https://www.youtube.com/watch?v=OnJB0zW2Wd8

Qui i documenti ufficiali relativi alla prima edizione del Premio Altiero Spinelli della Commissione Europea:

first-prize-summaries_final -> sintesi primi premi

second-prize-summaries-for_website-> sintesi secondi premi

third-prize-summaries_for_website-> sintesi terzi premi

 

 

 

 

 

 

Visiting researcher wins prestigious Altiero Spinelli prize (published by EUI)

Un bellissimo articolo sul Premio Spinelli e il Progetto delle Madri Fondatrici pubblicato sul sito degli Archivi Europei di Firenze e scritto da una giovane stagista. Ancora oggi sono molto grata agli Archivi Europei e al suo fantastico personale. Così grata da provare un senso di appartenza a quella istituzione non inferiore a quello della mia università di appartenenza.

Articolo in inglese

One of our visiting researchers, Maria Pia di Nonno, recently won the “Altiero Spinelli Prize for Outreach: Spreading knowledge about Europe”.
Her research project ‘Founding Mothers of Europe’, which puts a spotlight on the woman who helped build Europe, received a second prize.
The prize, which was launched only last year, is open to individuals or groups who were able to contribute, through their projects, to articulating what Europe stands for today and tomorrow and why European citizens should “fall in love with Europe” despite its imperfections.
“When I received the first e-mail from the European Commission – in which they told me that I had been shortlisted for a Second Prize, I thought: ‘It cannot be real, maybe this is a mistake” says Maria Pia di Nonno, Phd student in the History of Europe at La Sapienza Università di Roma. She was even more surprised when she later received the formal letter declaring that she had in fact won an award.
“I hope that my story will motivate other young Europeans to pursue their aims, projects and dreams,” she adds.
Her project ‘Founding Mothers of Europe’ aims to encourage a new way of perceiving Europe by recounting the lives of women who helped building Europe and by looking for the soul and the sense of responsibility for Europe. To achieve this, Maria Pia took matters in her own hands and found “a way to give a personal contribution to the European integration process”.
With the help of many supportive people along the way, Maria Pia launched her project beginning with a series of conferences, then the exhibition itself and also a series of books. Her exhibition travelled to over 30 locations in Italy and abroad and reached around 30.000 people.
The Historical Archives of the European Union also played an important role in her project. Maria Pia attended a conference about Fausta Deshormes La Valle in 2015, where she had the “opportunity to meet exceptional researchers as well as relatives and colleagues of Fausta Deshormes La Valle”. Later she also came back to do research using our holdings.
“The Historical Archives of the European Union represent an incredible treasure and they are an instrument to better understand the strength and the weak points of the European integration process,” she explains.
The award ceremony for the Altiero Spinelli Prize will be held in May 2018. Want to know more about the mothers of Europe? Take a look at her project here.

Articolo in francese

Une de nos chercheuses invitées, Maria Pia di Nonno, a récemment remporté le “Altiero Spinelli Prize for Outreach: Spreading knowledge about Europe”.
Son projet de recherche ‘Founding Mothers of Europe’, mettant en avant les femmes ayant pris part à la construction de l’Europe, a reçu le deuxième prix.
Ce prix, lancé seulement l’année dernière, est ouvert aux personnes ou aux groupes ayant contribués, grâce à leurs projets, à exprimer ce que l’Europe représente aujourd’hui et demain, ainsi que les raisons devant inciter les citoyens européens à « tomber amoureux de l’Europe», malgré ses imperfections.
« Quand j’ai reçu le premier message de la Commission européenne – dans lequel ils m’annonçaient que j’avais été sélectionnée pour un deuxième prix, je me suis dit ‘Cela ne peut pas être vrai, ça doit être une erreur’ », nous dit Maria Pia di Nonno, doctorante en Histoire de l’Europe à l’université La Sapienza de Rome. Elle fut encore plus surprise de recevoir un courrier officiel déclarant qu’elle avait effectivement remporté une récompense.
« J’espère que mon histoire motivera d’autres jeunes européens à poursuivre leurs buts, leurs projets et leurs rêves », a-t-elle ajouté.
Son projet ‘Founding Mothers of Europe’ vise à encourager une nouvelle manière de percevoir l’Europe, en rappelant les vies de femmes ayant aidé à sa construction et en y cherchant l’âme et le sens de responsabilité. Pour y parvenir, Maria Pia a pris les choses en main et a trouvé « un moyen de donner ma contribution personnelle au processus d’intégration européenne ».
Avec l’aide de nombreuses personnes, Maria Pia a lancé son projet en commençant par une série de conférences, puis une exposition ainsi qu’une série de livres. Son exposition a été montrée dans plus de 30 lieux en Italie et à l’étranger et a été visitée par environs 30 000 personnes.
Les Archives historiques de l’Union européenne ont aussi joué un rôle certain dans son projet. Maria Pia a assisté à une conférence à propos de Fausta Deshormes La Valle en 2015, où elle a eu « l’opportunité de rencontrer des chercheurs exceptionnels ainsi que des proches et des collègues de Fausta Deshormes La Valle ». Elle a également, plus tard, effectué des recherches en se basant sur nos fonds.
« Les Archives historiques de l’Union européenne représentent un trésor incroyable et sont un instrument pour mieux comprendre les forces et les faiblesses du processus d’intégration européenne », nous explique-t-elle.
La cérémonie de remise du prix Altiero Spinelli se tiendra en mai 2018. Vous voulez en savoir plus à propos des ‘Founding Mothers of Europe’ ? Jetez un œil à son projet ici.

https://www.eui.eu/Research/HistoricalArchivesOfEU/News/2018/05-09-Visiting-researcher-wins-prestigious-Altiero-Spinelli-prize

https://www.eui.eu/Research/ArchivesHistoriquesDeUE/Nouveautes/2018/05-09-Une-chercheuse-invitee-remporte-le-prestigieux-prix-Altiero-Spinelli

Intervista su Radio Luna, Madri Fondatrici dell’Europa

Ci sono state donne che con la stessa passione e convinzione dei Padri Fondatori hanno creduto nel progetto di un’Europa unita. Come mai, allora, sono rimaste nell’ombra? È la domanda a cui cerca di dare risposta Maria Pia Di Nonno, dottoranda alla Sapienza e autrice di Europa Brevi ritratti delle Madri Fondatrici, riportandone alla luce le storie e le testimonianze. Donne straordinarie come Louise Weiss, Ada Rossi, Ursula Hirschmann, alcune delle quali passate per Ventotene. Uno studio da cui è nata anche una mostra.

Licia Pastore ha incontrato l’autrice a Latina nella Sala De Pasquale del Comune in occasione della Festa d’Europa

Testo tratto da https://www.radioluna.it/news/2018/05/le-madri-fondatrici-delleuropa/ (sullo stesso sito è possibile ascoltare l’intervista)

Le Madri Fondatrici dell_Europa – Luna Notizie – Notizie di Latina

 

 

La festa delle Città e dei cittadini europei

Immagine

IMG-20180512-WA0003.jpg

Apertura: Inno europeo e Inno italiano
Lettura della “Dichiarazione Schuman”

Saluti: Damiano Coletta, Sindaco di Latina, e Floriana Giancotti, Movimento Federalista Europeo, Presidente della sezione “Altiero Spinelli” di Latina

Interventi: Cristina Leggio, Assessora Città Internazionale, Politiche Giovanili, Partecipazione e Smart City, Comune di Latina; Valeria Campagna, Presidente Commissione Città Internazionale e Programmazione europea, Politiche giovanili, Università, Innovazione e ricerca, Comune di Latina; Veronica Conti, Gioventù Federalista Europea, Segretaria del Centro regionale Lazio

Testimonianze: “Le donne e gli uomini che hanno fatto l’Europa. Da Ventotene agli Stati Uniti d’Europa”, Mario Leone, vice direttore dell’Istituto di studi federalisti “Altiero Spinelli”, Maria Pia Di Nonno, dottoranda in Storia dell’integrazione europea, Università la Sapienza di Roma, membro di “A Soul for Europe” e Silvia Proietti, laureata in Filologia moderna, facoltà di lettere Università la Sapienza di Roma

Presentazione della Mostra “Le Madri Fondatrici dell’Europa” di Maria Pia Di Nonno, Premio Altiero Spinelli 2017 della Commissione Europea, con ritratti di Giulia Del Vecchio, Premio Lazio Creativo 2018

Modera e conclude: Licia Pastore, giornalista

Programma Latina Festa 2018

Your Future Festival (14-19 maggio 2018, Ancona)

yff2018_home_tema_bordo_bianco.jpg

Durante il ricco programma del Your Future Festival giunto alla sua quinta edizione e promosso dall’Università Politecnica delle Marche, viene esposta anche la Mostra delle Madri Fondatrici dell’Europa (Premio Spinelli della Commissione Europea, 2017).

Il rettore Sauro Longhi ha voluto che questa edizione fosse caratterizzata da tre temi centrali: unicità, diversità e parità. Il rettore già all’inizio dell’anno accademico aveva affermato che è necessario scommettere sulle ragazze e sulle loro competenze. La mostra che verrà esposta è quella ristampata da Maria Antonia Sciarrillo (attiva sia nel CIF che nel MFE).

L’iniziativa è stata resa possibile oltre che all’impegno costante e appassionato di Maria Antonia Sciarrillo, anche grazie alla sensibilità del Rettore sul tema e al sostegno della Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche.

Maggiori informazioni sulla programmazione e sull’evento su:

http://www.centropagina.it/ancona/ancona-torna-your-future-festival-con-oltre-40-eventi/

https://www.vivereancona.it/2018/04/18/torna-your-future-festival-ledizione-2018-tra-unicit-diversit-e-parit/679510/

http://www.yourfuturefestival.univpm.it/

Madri Fondatrici dell_Europa _ YFF2018

 

Il patrimonio culturale europeo per i cittadini (5 – 31 maggio 2018)

La mostra è stata presentata, come nel 2017, durante l’annuale appuntamento organizzato a Venezia per la Festa dell’Europa. L’iniziativa, frutto della collaborazione tra Comune di Venezia – Europe Direct, Consiglio d’Europa – Ufficio di Venezia, Parlamento Europeo – Ufficio d’informazione in Italia, Commissione Europea – Rappresentanza in Italia, ha scelto come tema per il 2018 “Il patrimonio culturale europeo per i cittadini”. Il ricco programma ha previsto interventi e dibattiti dal 5 maggio al 31 maggio 2018.

In concomitanza è stata esposta la mostra “Le Madri e i Padri Fondatori dell’Unione Europea”. ( Liceo Stefanini di Mestrepropone, 5-31 maggio 2018). La mostra fonde due percorsi espositivi quello dei Padri fondatori su documentazione ufficiale della Commissione Europea e quello delle Madri fondatrici. La mostra è frutto di un progetto di Maria Pia Di Nonno con ritratti di Giulia Del Vecchio. Il progetto ha ricevuto  il Premio Altiero Spinelli 2017 della Commissione Europea:

https://ec.europa.eu/education/calls/altiero-spinelli-prize-contest-2017_en

Si vuole rimarcare, tuttavia, che i documenti ufficiali per la Festa dell’Europa a Venezia evidenziano che il Dipartimento per le Politiche Europee della Presidenza del Consiglio dei Ministri collabora nella diffusione nazionale. In realtà il Dipartimento ha reso possibile l’instaurazione di un primo contatto con il Servizio Europe Direct di Venezia nel 2017 (sebbene il trasporto e l’organizzazione siano stati gestiti dalla sola responsabile del progetto in accordo con il Servizio Europe Direct di Venezia). Potrebbe sembrare una puntualizzazione di poco conto, ma in realtà dimostra quanto questo progetto sia stato reso possibile grazie all’impegno completo e incondizionato della responsabile che ne ha sostenuto la realizzazione facendo spesso ricorso a fondi personali. Il budget della Sapienza ha coperto,  infatti, la sola realizzazione della mostra e la pubblicazione degli atti della conferenza del 17 febbraio 2017. Tutto il lavoro aggiuntivo (realizzazione del sito, spesso il trasporto dei pannelli, pubblicazione del libro Europa. Ritratti delle Madri Fondatrici) sono stati resi possibili grazie a fondi personali della responsabile.

Locandina mostra

Programma completo Festa dell’Europa 2018

31936671_1071328519673121_5536372518543163392_n

31525530_1071328579673115_3646072182242541568_n