Vittorio Veneto, 9-26 Aprile 2018

Lunedì 9 aprile 2018 alle ore 11.30 presso l’Istituto d’Istruzione Superiore “Vittorio Veneto” Città della Vittoria, in via Pontavai 121 – Vittorio Veneto (TV) è stata inaugurata la mostra “Le Madri e i Padri Fondatori dell’Unione europea”. Essa fonde due percorsi espositivi: quello dei Padri fondatori su documentazione ufficiale della Commissione Europea (promossa dal Servizio Europe Direct di Venezia) e quello delle Madri fondatrici su progetto dell’Università La Sapienza di Roma, frutto del lavoro della ricercatrice Maria Pia Di Nonno (con i ritratti di Giulia Del Vecchio).

vittorio veneto, 9 aprile 26 aprile 2018.png

Annunci

Premio Altiero Spinelli 2017

29512880_1440142292760734_2382775130346526677_n

La Commissione europea ha indetto nel 2017, in occasione dei sessant’anni dei trattati di Roma, un concorso a livello europeo dedicato alla comunicazione sull’Unione Europea. Si tratta della prima edizione del “Premio Altiero Spinelli per azioni di sensibilizzazione e conoscenza dell’Europa”.

Il premio era rivolto a singoli individui o gruppi – studiosi, ricercatori, scienziati, scrittori, giornalisti – che avessero completato nei due anni precedenti un progetto/lavoro in grado di comunicare che cosa rappresenti oggi l’Unione Europea. Si tratta, inoltre, di un’iniziativa che integra le azioni Jean Monnet a sostegno dei programmi di insegnamento e di ricerca accademica nel campo degli studi sull’UE. Lo stesso premio auspica, infatti, che gli eventuali vincitori provenienti dal mondo accademico possano in futuro, essere coinvolti nella Jean Monnet Community of Academics.

I progetti premiati sono stati in totale 22 e suddivisi in sei primi premi, sei secondi premi, dieci terzi premi. La valutazione è stata effettuata da una giuria di esperti esterni alla Commissione Europea che ha assegnato alla dottoranda Maria Pia Di Nonno (Dottorato in Storia dell’Europa coordinato dal Prof. Alessandro Saggioro) un secondo premio per il progetto delle “Madri Fondatrici dell’Europa”. La premiazione si terrà a Bruxelles, probabilmente nel mese di maggio.

 

UDI-Casa Internazionale delle Donne (27 marzo 2018)

Le partecipanti al Corso di Alta Formazione sul tema “Donne Diritti Culture. Percorsi nel tempo e nello spazio” della Sapienza Università di Roma il 27 marzo 2018 hanno avuto l’opportunità di visitare la Casa Internazionale delle donne e di ascoltare la storia dell’UDI (Unione Donne Italiane) raccontata dalla sua attuale Presidente, Vittoria Tola.

Durante la visita/lezione è stata esposta la mostra delle Madri Fondatrici dell’Europa che resterà esposta all’UDI sino a dopo Pasqua.

Le Madri Fondatrici dell’Europa a Rovigo!

29468809_1046978502108123_6420870734792359936_n

ROVIGO – “Le madri e i padri fondatori dell’Europa”, è il titolo della mostra in programma dal 22 marzo al 4 aprile nelle sale polivalenti del Museo dei Grandi Fiumi. L’iniziativa è proposta da Europe Direct (agenzia che opera per la diffusione dello spirito europeo sul territorio veneto) e organizzata dal Liceo Celio-Roccati con il sostegno del Comune di Rovigo.

Si tratta di una mostra didattica, che fonde due percorsi espositivi: quello dei padri fondatori su documentazione ufficiale della Commissione Europea e quello delle madri fondatrici su progetto dell’Università La Sapienza di Roma, frutto del lavoro della ricercatrice Maria Pia Di Nonno (con i ritratti di Giulia Del Vecchio) (…) (Tratto da http://www.rovigoindiretta.it/2018/03/le-madri-padri-fondatori-delleuropa-al-grandi-fiumi/) In basso le foto della mostra scattate da Daniela Colombo.

7 – 14 Marzo. Mostra presso il Consiglio della Regione Campania

Dal 7 al 14 marzo la mostra è stata esposta presso il Consiglio regionale della Regione Campania.

Valorizzare, riscoprire e restituire alla storia il ruolo fondamentale e decisivo svolto dalle donne nella costruzione dell’unità geopolitica e culturale del vecchio continente: è questo l’obiettivo della mostra inaugurata oggi dal Consiglio regionale della Campania intitolata «Le madri fondatrici dell’Europa», una galleria di figure femminili che hanno contribuito con il loro impegno civile, politico e culturale a formare l’identità europea. «Il messaggio principale – ha spiegato la curatrice Maria Pia Di Nonno – è dimostrare che le donne sono state protagoniste attive del processo di integrazione europea. Qui ci sono alcune testimonianze di loro, ma in realtà ci sono state tante altre donne ancora rimaste all’ombra della storia, che vanno riscoperte». Riscoperte e valorizzate, come ha evidenziato Rosa D’Amelio, presidente del Consiglio regionale, nella cui Biblioteca Delcogliano la mostra sarà ospitata fino al 14 marzo.

(tratto da http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/napoli/arte_e_cultura/18_marzo_07/festa-donne-mostra-madri-fondatrici-dell-europa-3c13e43e-2218-11e8-84bd-43213e8c5574.shtml)

La mostra compie un anno!

Il 17 febbraio 2017 presso La Sapienza Università di Roma veniva inaugurata la mostra delle Madri Fondatrici dell’Europa e, contemporaneamente, veniva presentato un piccolo libro (contenente nove brevi biografie delle donne d’Europa “Europa. Brevi ritratti delle Madri Fondatrici) e organizzata una conferenza a cui parteciparono esperti sulle nove figure scelte; ma anche familiari, amici e colleghi.

Gli atti di quella conferenza sono stati in seguito pubblicati (fine 2017) e raccolti in un apposito volume, contenente anche degli approfondimenti (come estratti di articoli e discorsi) delle Madri Fondatrici.

Da allora la mostra e/o il progetto sono stati presentati in 25 eventi/occasioni/conferenze e la mostra ha raggiunto dal vivo circa 15.000 persone (soprattutto giovani). Questo senza contare il numero di persone raggiunte tramite i social e soprattutto tramite il sito (presente anche in una versione inglese).

Un grande risultato, considerando il limitato (limitatissimo) budget a disposizione della curatrice del progetto. Tanti auguri “Madri Fondatrici dell’Europa”!!!

diapositiva1

Ristampa Mostra Istituto Vittorio E. di Bergamo

Il 24 febbraio 2018 alle ore 8:00 si terrà presso l’Istituto Tecnico Commeciale e Turistico Statale Vittorio Emanuele II di Bergamo una giornata di studi su Ada Rossi. In quell’occasione verrà presentata la quarta ristampa della mostra che dal 24 febbraio in poi inizierà a girare anche in altri istituti della provincia di Bergamo. Vale la pena ricordare che in quell’Istituto, durante il fascismo, si incontrarono il Prof. Ernesto Rossi e la sua futura moglie, la Professoressa Ada Rossi.

La conferenza sarà aperta dai saluti introduttivi della Dirigente dell’Istituto, Patrizia Giaveri, e dai saluti della referente culturale delle scuole superiori di Molfetta (città natale di Gaetano Salvemini).

Tuttavia, saranno le ragazze e i ragazzi i veri protagonisti dell’evento e dialogheranno sulla vita di Ada, e inevitabilmente anche su quella di Ernesto, coordinati dai docenti e invogliati dagli interventi di Antonella Braga e Rodolfo Vittori (autori di una biografia su Ada Rossi) e di Grazia Masetti (nipote di Ada Rossi).

 

Ristampa della Mostra delle Madri Fondatrici nelle Marche

Il 21 Settembre 2017 era stata esposta presso il Palazzo della Regione Marche la Mostra delle Madri Fondatrici dell’Europa. L’evento era stato promosso dal CIF di Ancona e dalla Commissione delle Pari Opportunità della Regione Marche.

Avendo la mostra raggiunto un alto numero di visitatori, nel periodo in cui è stata esposta (21 settembre – fine ottobre 2017), e avendo destato l’interesse dei cittadini  Mariantonia Sciarrillo ne ha promosso la ristampa e organizzato una serie di tappe itineranti ad Ancona e provincia. Il primo incontro si terrà presso l’Istituto Francesco Podesti il 18 gennaio 2018 e verrà replicato il giorno successivo.

IMG-20180116-WA0009.jpgIMG-20180116-WA0011.jpg

Informazioni sul precendente evento tenutosi ad Ancona il 21 settembre 2017:

http://www.ansa.it/marche/notizie/europa/2017/09/22/le-madri-fondatrici-delleuropa_061412ea-274e-4ff4-a7a5-7e2ee38f90a9.html

https://mariapiadinonno.wordpress.com/2017/09/12/madri-fondatrici-delleuropa-ancona-21-settembre-2017/

Madri e figlie d’Europa (30/11/2017)

L’Istituto  Italiano per gli Studi Filosofici e la Fondazione Nilde Iotti  propongono un  convegno dal titolo MADRI E FIGLIE D’EUROPA per giovedì 30  NOVEMBRE  2017 alle  ore 15,30

Saranno presenti Fiorinda  Li Vigni (Segretaria generale dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici) Livia Turco (Presidente Fondazione Nilde Iotti)

Sul tema L’ Europa, speranza di pace interverrà Rosa Russo Jervolino (già Parlamentare, Ministra, Sindaca di Napoli)

Le donne nella costruzione delle politiche europee  è il titolo della relazione di Pia Locatelli (Deputata al Parlamento)

Nilde Iotti e la costruzione delle istituzioni europee sarà l’argomento della relazione di Rita Palanza (già collaboratrice di Nilde Iotti)

Giovani in Europa è il tema della tavola rotonda introdotta e coordinata da Francesca Russo (Docente all’Università  Suor Orsola  Benincasa  di Napoli e Vicepresidente della Fondazione Iotti) che dialogherà  con ex studentesse Erasmus :  Sara de Simone,  Raffaella Rocco,   Maria Pia Di Nonno,   Federica Tessitore,   Blerina Marku Conclusioni V aleria  F edeli

Le conclusioni saranno tenute da Veleria Fedeli (Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca). 

Palazzo Serra di Cassano Napoli – Via Monte di Dio, 14

http://www.womenews.net/napoli-madri-e-figlie-deuropa-al-palazzo-serra-di-cassano-il-30-novembre-2017/

madri e figlie d'europa