Molfetta, metà maggio 2019

A Molfetta, in occasione della Festa dell’Europa, sono stati organizzati una serie di eventi in cui è stata esposta la mostra delle “Madri Fondatrici dell’Europa”. Tra questi l’evento “Festa d’Europa. 9 maggio 2019. Federazione Europea le tappe di un sogno” e degli incontri nel Liceo Alberghiero di Molfetta in concomitanza con la settimana delle arti.

 

Annunci

A Soul For Europe, Conferenza Annuale (12-13 aprile 2019)

Il 12 e il 13 aprile 2019 si è tenuta a Berlino, nella prestigiosa sede della  “Die Akademie Der Kunste” di Pariser Platz la conferenza annuale di A Soul for Europe, un network informale di europei e di europee provenienti prevalentemente, ma non solo, dal settore culturale, sociale e dell’attivismo sociale.

All’interno del programma è stato previsto un panel di discussione sul tema “The importance of women for European (cultural) policy on the basis of their presence in the European Parliament (past, present and future)”. La tavola rotonda è stata moderata da Giusy Cerchia e Miguel Ramos e vi hanno partecipato l’On. Pia Locatelli, il professore Abram de Swaan (membro della Accademia Europea di Yuste), Ophélie Omnes (JEF Europe) e Diva Ricevuto (Associazione sulle Regole). Gli interventi dei relatori sono stati preceduti da una panoramica storica sulle elezioni del 1979 e dal contributo della mobilitazione delle donne dell’epoca.

Il programma completo: https://asoulforeurope.eu/wp-content/uploads/2019/04/A-Soul-for-Europe-2019-Programme.pdf

I dettagli dei workshop: https://asoulforeurope.eu/asfe19-workshops/

IMG_20190412_180535.jpg

 

Ancona (1 – 12 aprile 2019)

Una copia della mostra – realizzata grazie al sostegno e la passione di Mariantonia Sciarrillo – continua ad essere attiva nel territorio marchigiano. Dal 1 al 12 aprile 2019 in particolare è stata esposta presso l’Istituto Scocchera di Ancona (1 – 5 aprile) e presso il Comune di Ancona (5 – 12 aprile 2019) in particolare in concomitanza dell’iniziativa “Per un’Italia Europea in un’Europa Federale” (11 aprile 2019).

 

Europa. Femminile. Singolare. (6 aprile 2019, Reggio Emilia)

Il 6 aprile 2019 è stata organizzata a Reggio Emilia un’intera giornata di riflessione sul tema “Europa, Femminile, Singolare”. La prima parte dei lavori si è tenuta presso la sala del Planisfero della Biblioteca Panizzi e la seconda parte, nel pomeriggio, nella nota Sala del Tricolore Comune di Reggio Emilia. La giornata è stata curata da Roberta Biagiarelli e promossa da Fondazione E35 e Comune di Reggio Emilia, nell’ambito di Trecentosessantacinque giorni DONNA 2019.

Tra gli intervenuti anche la partigiana Lidia Menapace.

Giardino dei Giusti dell’Umanità in Roma (Ursula Hirschmann)

giusti.png

C’è anche il giovane giornalista Antonio Megalizzi, ucciso a dicembre dello scorso anno nel corso di un attentato terroristico a Strasburgo, tra i cinque nuovi Giusti dell’Umanità di Roma alla cui memoria sono stati messi a dimora degli ulivi accompagnati da una piccola lapide nel giardino a loro dedicato all’interno di Villa Doria Pamphilj. Il suo nome è stato selezionato dagli studenti di alcune scuole romane, per l’occasione era presente anche la madre e la fidanzata del giornalista radiofonico. Ed è stata accolta con grande favore dall’assessora Laura Baldassare e da tutta l’amministrazione l’idea dei ragazzi di intitolare una scuola romana ancora senza nome proprio al giovane giornalista. L’istituto che probabilmente porterà il suo nome è l’istituto comprensivo di via Ceneda, nel VII municipio, dietro piazza Re di Roma.

Le altre quattro persone a cui quest’anno è stato dedicato un albero commemorativo nel giardino sono l’attivista pacifista ed ambientalista altoatesino Alexander Langer, l’antifascista tedesca Ursula Hirschmann, il dirigente di Solidarnòs Bronisaw Geremek e la missionaria danese Karen Jeppe che ha salvato centinaia di persone durante il genocidio degli Armeni. Ad individuare i loro nominativi è stato il comitato scientifico per la realizzazione del Giardino dei Giusti, presieduto dalla sindaca Virginia Raggi e composto da Anna Foa, Riccardo Di Segni, Giovanni Maria Flick, Andrea Riccardi, Gianni Celestini e Massimiliano Atelli. Alla cerimonia di piantumazione degli alberi hanno partecipato anche la presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello e gli studenti di alcune scuole superiori e istituti comprensivi che hanno contribuito alla scelta di due delle personalità riconosciute come Giusti dell’Umanità nel 2019. (tratto da https://roma.repubblica.it/cronaca/2019/03/18/foto/roma_cinque_nuovi_ulivi_nel_giardino_dei_giusti_a_villa_pamphilij-221903505/#1)

Altri articoli:

https://www.comune.roma.it/web/it/scheda-servizi.page?contentId=INF230009&pagina=4

http://www.dire.it/18-03-2019/309879-tg-lazio-edizione-del-18-marzo-2019/

https://www.ilmessaggero.it/roma/news/piantati_ulivi_per_cinque_nuovi_giusti_tra_loro_megalizzi-4369759.html

https://roma.fanpage.it/accolta-la-proposta-di-dedicare-una-scuola-di-roma-ad-antonio-megalizzi-29enne-ucciso-a-strasburgo/

 

 

Rovereto, 12 marzo 6 aprile 2019

In occasione dell’iniziativa “Vento Forte storie di resistenze al femminile” promossa da ANPI Rovereto Vallagrina sarà allestita una copia della mostra delle Madri Fondatrici dell’Europa. Sarà possibile visitarla dal 12 marzo al 6 aprile 2019.

rovereto.jpg

L’iniziativa è stata promossa e sostenuta da:

Immagine.jpg

Ancona, 1 – 29 marzo 2019

Con la conferenza della professoressa Natascia Mattucci dell’Università di Macerata “Genesi del pensiero europeista” venerdì 1′ marzo alle 18.00 alla presenza dell’assessore alle Politiche Educative Tiziana Borini si inaugura alla Biblioteca Benincasa la mostra “Le madri fondatrici dell’Europa”. La mostra, che sarà visitabile dal lunedì al venerdì presso lo Spazio d’ingresso della Biblioteca Benincasa, in Via Bernabei 30, dalle 9.00 alle 19.00, si concluderà venerdì 29 marzo, con la conferenza della professoressa Irene Manzi, storica e parlamentare della XVII legislatura: “Le donne che hanno fatto l’Europa”.

Entrambe le conferenze si terranno nello Spazio incontri della Biblioteca Benincasa (ingresso da Piazza del Plebiscito 33). In occasione della serata inaugurale saranno consegnate una bandiera europea e una bandiera italiana alla Scuola Elementare di Pietralacroce – Istituto Comprensivo “A.Scocchera”, vincitore  di due progetti Erasmus Plus: K1 per la mobilità dei docenti e K2  per la mobilità dei docenti e alunni.

Proprio nel momento in cui l’Europa è al centro di tutti i dibattiti, la mostra “Le madri fondatrici d’Europa” , ideata da Maria Pia Di Nonno con i ritratti di Giulia Del Vecchio, espone una serie di pannelli dedicati a nove donne straordinarie, attraverso le quali si dà risalto al contributo femminile nella nascita dell’Europa. Esiste infatti una storia meno nota del processo d’integrazione europea: una storia che va oltre quella ufficiale, spesso fredda e frutto di una visione nazionalista.

È quella la storia narrata nella mostra, attraverso le vite di queste donne: Louise Weiss (1893-1983), Ada Rossi (1899-1993), Marta de Unterrichter Jervolino (1902-1975), Simone Veil (1927-2017), Ursula Hirschmann (1913-1991), Sophie Schöll (1921-1943), Eliane Vogel Polsky (1926-2015), Sofia Corradi (1934), Fausta Deshormes La Valle (1927-2013).

La mostra ha ricevuto nel 2017 il Premio Altiero Spinelli della Commissione Europea e che dal 2017 ad oggi è stata esposta in tutt’Italia. Sono previste visite guidate per scolaresche. Info: 0712225049 benincasa@comune.ancona.it – 3401424161 vocidonne@libero.it L’iniziativa è a cura di CIF (Centro Italiano Femminile), Biblioteca Benincasa, Associazione Reti Culturali Ancona e vede il patrocinio del Consiglio Regionale delle Marche, della Commissione per le pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche e del Comune di Ancona.

Articolo tratto da https://www.comune.ancona.gov.it/ankonline/le-madri-fondatrici-delleuropa-una-mostra-e-due-conferenze-alla-biblioteca-civica-benincasa-linaugurazione-venerdi-1-marzo/

IMG-20190306-WA0033.jpg

Conferenza “Le donne del Parlamento Europeo”, 7 marzo 2019

Poster_Le Donne del Parlamento Europeo

Organizzato dagli Archivi Storici dell’Unione Europea (European University Institute) e da Villa Finaly- Universités de Paris

Il grado di partecipazione delle donne alla vita pubblica è uno degli indicatori principali della solidità di una democrazia. La prossimità della Giornata internazionale della donna e delle elezioni europee 2019 offre l’occasione di riflettere sul percorso compiuto dalle donne all’interno delle istituzioni rappresentative europee e sulle prospettive a breve e lungo termine. La conferenza ospiterà accademiche, politiche e attiviste per i diritti delle donne per approfondire il ruolo delle personalità femminili nei quarant’anni di storia del Parlamento europeo democraticamente eletto, partendo dalla sua prima presidente Simone Veil fino all’ imminente campagna elettorale europea e alle aspettative per la prossima legislatura.

Programma-Le_Donne_del_Parlamento_Europeo

Registrazione-> https://www.eui.eu/events/detail?eventid=161400

 

Prossime tappe delle Madri Fondatrici (2019 – eventi promossi dal Centro Europe Direct di Venezia)

Calendario 2019:

PONTE SAN NICOLO’ (PD)  8-28 febbraio 2019, Comune di Ponte San Nicolò, Viale del Lavoro 1, Ponte San Nicolò (PD) Vedi dettaglio (https:/ /www.comune.venezia.it/it/content/mostra-madri-e-padrifondatori-dellunione-europea-2019-ponte-san-nicol-pd)

PADOVA 8 marzo – 5 aprile 2019, Liceo “Modigliani” , via degli Scrovegni 30 – Padova (PD) Vedi dettaglio (https:/ /www.comune.venezia.it/it/content/mostra-madri-e-padrifondatori-dellunione-europea-2019-padova-pd)

VENEZIA 9-26 aprile 2019, Liceo “Franchetti” , Corso del Popolo 82 Mestre-Venezia  (VE) Vedi dettaglio (https:/ /www.comune.venezia.it/it/content/clone-mostra-madri-epadri-fondatori-dellunione-europea-2019-mestre-venezia-ve)

Obiettivo della mostra è diffondere fra i cittadini europei la comprensione dell’Unione Europea e della cittadinanza, attraverso la conoscenza della storia comune europea.

Locandina mostra Madri e Padri PSN PD

Loc mostra Madri e Padri Modigliani PDLocandina mostra Madri e Padri Franchetti Mestre